Quick contact info

Romana Funi si pone a disposizione di enti pubblici, condomini e privati per l’esecuzione di lavori con la rivoluzionaria e innovativa edilizia su fune.

icon_widget_image Lunedì-venerdì: dalle 9:00 alle 17:00; Sabato: dalle 10:00 alle 14:00 icon_widget_image 800 040 487 icon_widget_image info@romanafuni.it icon_widget_image Via Belfast, 3, 00043 Ciampino RM

Sfide comuni nell’ispezione dei ponti

Problemi più comuni nell'ispezione del ponte

I ponti sono alcune delle strutture più gigantesche costruite dall’uomo nel corso della nostra storia. Non solo queste meraviglie moderne sono alcune delle enormi strutture costruite utilizzando la tecnologia moderna, ma sono anche piuttosto costose. Un disastro non sarebbe solo una bella perdita di investimento, ma potrebbe diventare un evento catastrofico che richiede centinaia se non migliaia di vite in un paio di secondi. Ecco perché è fondamentale avere ispezioni regolari del ponte per garantire che il ponte sia in buone condizioni di lavoro e sia in grado di resistere a qualsiasi cosa la natura o anche gli esseri umani gli lancino contro.

Ma anche se può sembrare un lavoro semplice, l’ispezione dei ponti è tutt’altro. È un compito impegnativo con molte sfide affrontate dagli ispettori. Ecco alcuni dei problemi comuni affrontati durante l’ispezione di un ponte.

Chiusure di corsie e interruzioni del traffico

Nella lista delle sfide affrontate dagli ispettori dei ponti, la chiusura delle corsie e le interruzioni del traffico devono essere in cima alla lista. Un ponte diventa parte della vita quotidiana delle persone una volta che viene aperto, poiché il più delle volte un ponte viene aperto o per collegare diverse parti della città divise da un corpo idrico o per ridurre il traffico e il tempo di comunicazione. Per ispezionare correttamente un ponte, un ispettore deve chiudere il ponte o almeno chiudere un paio di corsie, il che causerà interruzioni del traffico. Ecco perché gli ispettori avvisano i cittadini un paio di giorni prima della data dell’ispezione e chiedono alle forze dell’ordine locali di assisterli nella gestione del traffico.

È un lavoro pericoloso.

Diciamo le cose come stanno: l’ispezione dei ponti è un lavoro pericoloso, non c’è dubbio. Un ispettore deve essere costantemente sospeso da varie altezze per un periodo prolungato; deve muoversi su strutture potenzialmente instabili e lavorare dentro e intorno all’acqua contaminata. Ma oltre a tutto questo, l’ispettore sarebbe esposto agli elementi esterni, al traffico, al tempo inclemente e altro ancora, il che avrebbe un impatto non solo sul suo benessere fisico ma anche mentale.

Regolamenti rigorosi

L’ispezione dei ponti non è qualcosa che può essere fatto da chiunque, in qualsiasi modo preferisca; si devono seguire procedure specifiche e attenersi a certi regolamenti in modo che l’ispettore e l’appaltatore non vadano contro le linee guida locali, il che inviterà ad azioni legali contro entrambe le parti coinvolte. Regolamenti come quelli ambientali per l’acqua e le piante sono alcuni dei regolamenti standard di ispezione dei ponti in tutto il mondo, e l’ispettore deve rispettarli, non importa quanto possano sembrare impegnativi.

Invecchiamento delle infrastrutture

Con il passare del tempo, sempre più ponti costruiti nel secolo scorso stanno invecchiando e si avvicinano a un momento in cui dovrebbero essere demoliti per motivi di sicurezza. Anche un rapido aumento del numero di disastri naturali affrontati da queste strutture ha giocato un ruolo e ha reso i ponti più insicuri per l’uso anno dopo anno. E tutto questo senza contare la normale usura che questi ponti affrontano giorno dopo giorno.

 

Post a Comment