Dal prossimo 30 giugno saranno disponibili sul sito del Comune i nuovi modelli unici standardizzati per chi deciderà di avviare lavori di ristrutturazione per la propria casa. La nuova modulistica sarà più snella e valida in tutta Italia grazie all’Accordo del 4 maggio 2017 raggiunto tra Governo, Regioni ed enti locali.

nuovi modelli unici per l’edilizia, adeguati al Dlgs 126/2016 e Dlgs 222/2016, portano con sé delle novità: i cittadini interessati, ad esempio, non saranno più tenuti a presentare documenti, atti o certificati – come gli atti di proprietà o la visura catastale –  già in possesso dalla pubblica amministrazione. Allo stesso modo, non sarà più obbligatoria la presentazione di autorizzazioni o documenti prima dell’avvio dei lavori ma basterà trasmettere al SUAP (sportello unico per le attività produttive) domande o autorizzazioni come la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) o la CILA (Comunicazione inizio lavori).

I comuni che non provvederanno all’adeguamento della modulistica sul proprio sito istituzionale entro la data del 30 giugno andranno incontro a divieti e sanzioni specifiche in base a quanto stabilito dall’articolo 2 del Dlgs 126/2016.

(fonte edilportale.com)

Leave a reply